Scopri chi si nasconde dietro Penna in viaggio

” Il viaggio: un partire da me, un infinito di distanze infinite e un arrivare a me”

Antonio Porchia

Mi chiamo Luigina La Rizza, classe ’79 ma è come se avessi sempre 10 anni di meno.

Come ogni sagittario che si rispetti sono uno spirito libero, amante dei viaggi e del movimento.

Non sono ancora una viaggiatrice doc ma sogno ad occhi aperti collezionando riviste di viaggio di posti che vorrei visitare.

Alla confusione delle classiche mete turistiche preferisco il silenzio e il ritmo di vita slow dei piccoli borghi, che mi regalano esperienze semplici e autentiche.

Quando mi muovo, mi piace esplorare e camminare per scoprire nuove prospettive, dove la macchina o un motorino non possono arrivare. Lo stesso faccio con i viaggi, vado alla scoperta dei luoghi meno conosciuti.

Vivo a Soverato da quando avevo 11 anni, con una pausa di 8 anni a Roma e 2 mesi a Tenerife.

Amo il mare, fa parte di me e non potrei vivere senza averlo vicino.

Chi ero?

Ex consulente del lavoro, nel 2013 sono uscita da una gabbia che non faceva più per me. Non volevo più convivere giornalmente con ansia e scadenze e ho cambiato la mia vita.

“Arriva sempre il momento in cui devi scegliere, tra correre il rischio di pentirtene o convivere con il rimpianto” Condividi il Tweet

Io no, non mi sono pentita affatto, anzi lo rifarei di nuovo, perché quella decisione ha cambiato per sempre la mia vita, mi ha dato la libertàHo capito che non volevo essere schiava di un sistema basato sul profitto altrui. Se devo lavorare 12 ore al giorno preferisco farlo per me stessa.

Il tempo libero a disposizione mi ha dato modo di scoprire nuove passioni, tra cui i viaggi e la fotografia.

Cosa faccio ora? Aiuto le piccole imprese a migliorare la propria visibilità sul web, in primis su Facebook perchè credo che ogni azienda debba concentrarsi sui canali che garantiscono delle reali opportunità di business e Facebook è uno di questi.

Vuoi scoprire quali sono i miei servizi? Visita la pagina Cosa Posso fare per te !

E poi la fotografia…

Per me la fotografia è emozionarsi ed emozionare.

E’ espressione, è un momento di riflessione con se stessi.

E’ il desiderio di scoprire nuovi orizzonti.

E’ notare un gioco di luci particolare, un oggetto che ti colpisce, l’espressione buffa di una persona.

E’ fermare in uno scatto momenti che non si ripeteranno mai più.

Dopo aver visto a settembre 2015 la mostra di Steve McCurry, il famoso fotografo che ha immortalato il viso della ragazza afgana, pubblicato nel 1984 sulla copertina del National Geographic mi è scattato qualcosa dentro, non so di preciso cosa.

La frase che adoro di più di Steve McCurry è questa:

“Uno dei modi migliori per lavorare consiste nell’uscire dall’albergo ed esplorare, nel tentativo di percepire l’umore della strada, entrarci e perdercisi.

E’ allora che qualcosa di magico accade, inizi a vedere immagini, ti rilassi, osservi quasi in stato di contemplazione. E’ proprio allora che arrivano le foto migliori, coincidenze ed incontri fortunati, nulla è pianificato. Sei solo aperto e pronto e in quello stato di grazia si sviluppano cose meravigliose”.

Quando a dicembre ho comprato la mia prima reflex, mi si è aperto un nuovo mondo.

“Trovare qualcosa di nuovo, qualcosa che nessuno avrebbe potuto immaginare prima, qualcosa che solo tu puoi trovare perché, oltre ad essere fotografo, sei un essere umano un po’ speciale, capace di guardare in profondità dove altri avrebbero tirato dritto.”

Margaret Bourke – White

 

PENNA IN VIAGGIO PERCHE’

L’ho chiamato così perché nel mio zaino non mancano mai un diario e una penna, che è il prolungamento dei miei pensieri, emozioni, di ciò che vedo, sento e percepisco.

Il viaggio per me non è solo conoscere nuovi luoghi ma è soprattutto scoprire se stessi, affrontare i propri limiti che nella vita di tutti i giorni non escono fuori perchè siamo all’interno della nostra zona di comfort.

Viaggiare per me significa evoluzione, sviluppare uno spirito di adattamento che scopri solo quando stai in un posto che non è casa tua.

Penna in viaggio era nella mia mente già da un po’ di tempo. E’ nato al mio ritorno da Tenerife, dove avevo deciso di trasferirmi, ma il destino dopo 2 mesi, mi ha riportato a casa mia, Soverato.

Al mio ritorno è scattata una scintilla, ho cominciato a vedere la mia terra con nuovi occhi, come quelli di uno straniero che viene qui per la prima volta e ne rimane affascinato.

La mission di questo blog è quella di farti conoscere la mia Calabria, una terra ancora inesplorata ma con grandissime potenzialità. Ti porterò con me alla scoperta di luoghi insoliti e piccole realtà che vale la pena conoscere e valorizzare.

Per scoprire posti fantastici non è necessario andare lontano, basta solo un pizzico di curiosità in più!

Seguimi anche sui social

                   


   pennainviaggio@gmail.com

6 commenti
  1. Francesco Grisolia
    Francesco Grisolia dice:

    Grazie mille per come hai saputo descrivere Civita ed alcuni suoi aspetti che caratterizzano il suo territorio. Naturalmente c’è tant’alto e quindi un invito a tornare.
    saluti
    Francesco Grisolia
    Civita

    Rispondi
    • luigina
      luigina dice:

      Ciao Francesco,
      grazie per il commento. Civita mi ha veramente colpito, sinceramente non me l’aspettavo. Sicuramente ci tornerò, spero prossimamente per restare qualche giorno in più. Questa settimana, credo giovedì, scriverò un post sulle Gole del Raganello e successivamente ne seguiranno altri. Se puoi dai un’occhiata anche alla pagina Facebook del blog, il link è questo: https://www.facebook.com/pennainviaggio.
      Grazie a presto

      Rispondi
  2. Mario
    Mario dice:

    Ha stupito anche me Civita, Hama e Pimi fantastico.
    Complimenti per l’articolo e il tuo blog, se passi da Mormanno, vieni a trovarci, ilcasinodidonnamaria.it
    Saluti Mario

    Rispondi
    • luigina
      luigina dice:

      Grazie Mario, mi fa piacere che ti sia piaciuto sia l’articolo che il blog. Effettivamente Hami e Pimi è il top. Se vengo a Mormanno ti faccio sapere. A presto

      Rispondi
  3. Eliana
    Eliana dice:

    Ciao Luigina, che bello scoprire quante cose abbiamo in comune e che condividiamo la stessa filosofia di viaggio e l’amore per i borghi. Leggendo le tue parole ho avuto la sensazione che se ci incontrassimo riusciremmo a stare ore di fronte a un tramonto a parlare di noi e delle nostre passioni.

    Rispondi
    • luigina
      luigina dice:

      Ciao Eliana, non sai quanto mi fanno piacere le tue parole. A volte quando si conosce una persona, si capisce subito al primo impatto se si andrà d’accordo e questo è quello che è successo anche a me con te. Sì, abbiamo molte cose in comune e magari un giorno le condivideremo insieme.

      Rispondi

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *