CARTOLINE DA CIVITA: COSA VEDERE IN DUE GIORNI

bellissima vista di civita

Quando ripenso a Civita vorrei stare qui almeno per una settimana. Per scoprire i suoi lati più nascosti, per camminare tra i suoi vicoli e ammirare i suoi tesori. Per godere dell’accoglienza dei suoi abitanti. I civitesi hanno qualcosa di speciale, hanno l’ospitalità nel sangue.

 

In questo paese lo stress è una parola sconosciuta, non sanno di cosa stai parlando. Il tempo sembra essersi fermato. Andare al supermercato significa rilassarsi, riprendere un ritmo di vita slow. Eh sì, perchè l’unico supermercato del paese è gestito da una sola persona e la cosa migliore che puoi fare è scambiare due chiacchiere con chi ti sta a fianco, in un mondo in cui ormai la comunicazione viaggia solo sui social.

Oggi voglio raccontarti il mio weekend a Civita con questo post contenente una serie di tappe che non puoi assolutamente perdere.

MUSEO ETNICO ARBRESH

P.zza Municipio – tel. 0981/73019 – 73032

Questo museo, con un flusso turistico di circa 11.000 visitatori l’anno, è nato con l’obiettivo di mantenere e valorizzare l’identità culturale albanese.

E’ sviluppato su due piani. Al piano terra puoi trovare una biblioteca monotematica sull’etnia italo-albanese. Al piano superiore c’è una sala che ti farà immergere nella storia e nella cultura tipica di questa popolazione, con i suoi costumi tradizionali e gli antichi attrezzi usati dai contadini.

museo etnico albanese di civita

Ci sono anche dei pannelli espositivi relativi alle principali attrazioni di Civita, tra cui il Ponte del Diavolo, le case Kodra e i comignoli.

Il museo etnico Arbresh si trova proprio in piazza, all’ingresso del paese ed è aperto al pubblico solo di pomeriggio, se non ricordo male dalle 17.00 alle 19.45. 

CANYONING NELLE GOLE DEL RAGANELLO

Facebook https://www.facebook.com/raganellocanyoning

Non potevo lasciare Civita senza provare l’esperienza adrenalinica del canyoning tra le Gole del Raganello, meta gettonata per gli appassionati di questo sport.

Un percorso che ti lascia a bocca aperta per la bellezza delle sue rocce e per le verdi acque cristalline che riflettono la timida luce che penetra dall’alto.

le bellissime gole del raganello

Per questa avventurosa passeggiata ho scelto i ragazzi del Raganello Canyoning Explorer. Puoi scoprire la mia esperienza in questo post.

Se dopo la fatica vuoi rigenerarti, fai una sosta all’Oasi del Raganello. E’ un agriturismo che gode di uno splendido panorama sulla valle. Qui puoi gustare tutte le specialità civitesi tra cui un latte di mandorla artigianale e il famoso piretto.

PONTE DEL DIAVOLO

Questo ponte ad unica arcata, è costruito interamente in pietra e collega le due pareti del canyon scavato dal torrente Raganello. Da qui, hai una vista spettacolare sulle Gole. Io non soffro di vertigini ma ti assicuro che stare qui è impressionante perchè ti ritrovi nel mezzo di due giganti rocciosi alti circa 800 metri.

il bellissimo ponte del diavolo a civita

Dietro la costruzione di questo ponte c’è una leggenda che racconta che sarebbe stato un proprietario terriero a chiedere al Diavolo di edificarlo, in cambio dell’anima del primo essere umano che l’avesse attraversato. Il Diavolo accettò la proposta e in una notte lo edificò. L’uomo astuto però lo fece percorrere ad una pecora. Quando il Diavolo si rese conto dell’inganno maledisse il ponte e cercò di distruggerlo, ma non ci riuscì in quanto l’aveva costruito troppo bene.

Per raggiungerlo puoi scendere lungo la ripida scalinata che parte dal B&B Il Belvedere. Da qui ci vogliono circa 45 minuti. La risalita è tosta ma ne vale la pena, in alternativa puoi prendere la navetta.

la scalinata del ponte del diavolo a civita

CASE KODRA E COMIGNOLI

Questi elementi architettonici fanno parte ormai del patrimonio storico di Civita.

Le case Kodra sono delle caratteristiche casette raffiguranti il volto umano che sono sparse tra i vicoli del centro storico. Costruite su due livelli, come da tradizione arbëreshë, hanno una grande porta o finestra al piano terra. Al secondo piano ci sono due piccole finestre e in mezzo il comignolo, anche se non tutte ce l’hanno, come questa qui sotto.

una delle case kodra di civita

comignoli sono dei veri e propri capolavori artistici che resistono alla forza del tempo e al vento di tramontana del Pollino, che qui soffia imponente.

Ognuno di loro è il simbolo dello status sociale di ogni famiglia. Elementi complessi e decorati per le famiglie nobili, più semplici per i contadini e abbelliti da forme apotropaiche per le famiglie che vivono di simbologia e ritualità.

uno dei bellissimi comignoli di civita

Se sei curioso di sapere qualcosa in più su case Kodra e comignoli dai un’occhiata a questo post.

Ti consiglio comunque di comprare al solo costo di 3 euro la mini guida di Stefania Emmanuele, “Camminate Civitesi”. E’ scritta veramente con il cuore e la passione di chi cerca di valorizzare la propria terra e farla conoscere al mondo intero. Leggendola puoi seguire dei veri e propri itinerari alla scoperta di questo bellissimo borgo e dei suoi gioielli nascosti.

DOVE MANGIARE

Se vai a Civita non puoi fare a meno di assaggiare la sua cucina. Se vuoi sapere quali sono i miei ristoranti preferiti, dai un’occhiata a questo articolo.

Ti lascio con questa bellissima frase riportata sulla guida di Stefania Emmanuele:

I pensieri migliori li ho avuti mentre camminavo, e non conosco pensiero così gravoso da non poter essere lasciato alle spalle con una camminata.

Soren Kierkegaard

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *