6 cose da vedere nel sud di Tenerife

cosa vedere a tenerife sud

Cosa vedere nel sud di Tenerife? La mia guida di viaggio se sei in vacanza sull’isola più grande delle Canarie e la lista dei 6 posti più belli da visitare.

 

In questa incerta giornata primaverile la mia mente vola a Tenerife dove sono atterrata il 16 aprile dello scorso anno e ci sono rimasta poco più di 2 mesi.

Mi è rimasta nel cuore perché è stata un punto di svolta nella mia vita. Ho avuto modo di confrontarmi con me stessa, affrontare le paure e sentirmi più forte.

In quei mesi ho conosciuto più che altro la zona sud dell’isola, che a differenza di quello che si legge in giro, secondo me vale la pena esplorare. Di sicuro è quella più turistica e con un paesaggio costiero cementificato,  ma se ti allontani da Los Cristianos e Playa de Las Americas puoi scoprire dei gioielli.

Per scrivere questo post ho preso come punto di riferimento il Parco Nazionale del Teide, che non si trova esattamente al sud ma al centro di Tenerife. Da qui in giù troverai tutto nella lista, ad esclusione delle Piramidi di Guimar che non ho visto.

Sei pronto a conoscere quali sono i posti assolutamente da non perdere nel sud di Tenerife?

1 – L’EX LEBBROSARIO DI ABADES

Abades, definita come la “città fantasma” è un piccolo villaggio di pescatori che si trova sulla costa orientale dell’isola canaria, a circa 15 minuti di macchina da El Medano.

Io l’ho conosciuta grazie ad un tour fotografico che ho fatto a El Poris de Abona, che con il suo faro caratterizza tutta la costa.

una delle spiagge da vedere nel sud di Tenerife

spiaggia di El Poris de Abona

Qui non ci sono grandi alberghi costruiti sulla spiaggia ma un ex lebbrosario. Una cattedrale nel deserto con un fascino tutto suo, suggestiva e interessante dal punto di vista fotografico ma che nasconde una curiosità storica.

il lebbrosario di abades uno dei posti da vedere a sud di tenerife

La chiesa dell’ex lebbrosario di Abades

In realtà questo sanatorio, formato da 41 edifici, era stato costruito nel 1940 per accogliere i malati di lebbra che però qui non arrivarono mai, perchè durante la sua costruzione si scoprì una cura per debellare la malattia e le costruzioni rimasero incomplete.

Dopo essere stato usato per vari scopi, tra cui quello militare, oggi questo luogo è completamente abbandonato.

edificio abbandonato del lebbrosario di abades uno dei luoghi da vedere nel sud di tenerife

2 – PAESAGGIO LUNARE

Se ti piace camminare e isolarti un po’ dal mondo, questo sentiero di circa 13 km sarà il tuo preferito e lo è stato anche per me, tanto da ritornarci due volte.

Il “Paisaje Lunar”, come lo chiamano qui a Tenerife è uno dei posti più incontaminati e selvaggi dell’isola.  E’ formato da bizzarre formazioni rocciose di pomice bianca che per un attimo ti riportano sulla luna.

il paesaggio lunare uno dei luoghi da non perdere nel sud di tenerife

Puoi respirare a pieni polmoni un’aria dal gradevole e intenso profumo di pino canario e ammirare la curiosa pianta dai fiori rossi, il “tajinaste rojo”, che si trova solo nel Parco Nazionale del Teide.

Il punto di partenza del sentiero è Vilaflor, una piccola cittadina rurale che con i suoi 1400 metri di altezza è il comune più alto della Spagna.

Se vuoi scoprire qualcosa in più sul Paesaggio Lunare ho scritto questi due post:

3 – IL BARRANCO DEL INFIERNO

Tenerife è un’isola che ti sconvolge per la varietà dei suoi paesaggi. In 10 minuti di macchina puoi passare dalla vita modaiola del sud alla natura più selvaggia dei barranchi, che non sono altro che dei profondi canyon che si formano tra due montagne. Se andrai alle Canarie li noterai spesso e alcuni credimi, ti faranno venire le vertigini.

Il Barranco del Infierno è uno spazio naturale protetto che si trova nella zona di Adeje e nonostante il nome non sia per niente positivo è uno dei più belli da percorrere.

Il sentiero, di circa 4 ore, parte da Calle de los Molinos e prosegue percorrendo un antico sentiero pastorale punteggiato da numerosi punti panoramici e finisce con una cascata alta più di 200 metri.

L’accesso è consentito solo a 300 persone al giorno ed è consigliabile fare la prenotazione on line sul sito www.barrancodelinfierno.es.  Il biglietto d’ingresso per i non residenti costa 8 euro.

4 – EL MEDANO

El Médano è uno dei posti che mi è piaciuto di più, se non fosse per il vento incessante che mi dava veramente fastidio. L’ho adorata perché tra le sue vie respiri proprio quell’aria un po’ bohémien delle isole Canarie, fatta di sole e tanto relax.

Puoi fare una lunga passeggiata sulla spiaggia dorata lunga oltre 2 km e rimanere incantata dalle centinaia di vele colorate che volteggiano nell’aria e nell’acqua come delle farfalle. Oppure per i più atletici scalare la Montaña Roja, dal tipico colore rossastro e poi scendere verso la bellissima playa de la Tejita.

El Medano uno dei posti da non perdere nel sud di Tenerife

El Medano è il posto ideale se senti nostalgia di casa, perché troverai una Little Italy che si è trasferita qui per vivere o per fare impresa.

5 – LOS GIGANTES

Le altissime scogliere di Los Gigantes sono una delle attrazioni principali dell’isola. La loro altezza può raggiungere anche i 600 metri, ma il modo migliore per ammirarle da vicino è fare un’escursione in barca partendo dal porticciolo.

Se sei fortunata puoi vivere le emozioni di un incontro ravvicinato con balene e delfini che in queste acque hanno trovato il loro habitat naturale.

los gigantes uno dei posti da vedere nella zona sud di Tenerife

Nei dintorni di Los Gigantes ti consiglio di visitare anche Masca, definita la Machu Picchu di Tenerife. Un paesino che sembra essere uscito dalle pagine di una fiaba. Da qui puoi seguire un percorso di circa 3 ore e immergerti nella terra vergine del Parco Rurale di Teno fino ad arrivare ad una caletta dove puoi prendere una barca che ti riporterà a Los Gigantes.

il paesaggio verde di Masca da vedere nel sud di Tenerife

6 – PARCO NAZIONALE DEL TEIDE

Sei stanco di stare al mare e vuoi concederti un’escursione in montagna? Al Parco Nazionale del Teide puoi immergerti nel paesaggio vulcanico creato dalle colate di lava. Un mix di colori e forme che è difficile trovare altrove.

Il Parco è stato dichiarato Patrimonio Unesco dal 2007 e puoi scoprirlo con i numerosi sentieri che lo attraversano, da quelli più facili a quelli più impegnativi.

Per raggiungere il Pico del Teide, la montagna più alta della Spagna con i suoi 3.718 metri, hai varie alternative. Se ti piace camminare come me, non credo ti peseranno 4 ore di cammino. In alternativa puoi salire con la funivia che ti porterà fino a 3.550 metri di altitudine e poi da lì proseguire a piedi.

Per arrivare fino al cratere ti servirà comunque un’autorizzazione speciale gratuita, da richiedere sul sito www.reservasparquesnacionales.es. Il permesso non è necessario se pernotti al Rifugio di Altavista, ma in questo caso dovrai svegliarti all’alba per salire e scendere entro le 9, ora in cui scatta la richiesta del nullaosta.

il parco nazionale del Teide una delle cose da vedere nel sud di Tenerife

Se sei un amante dell’astrofisica non perderti l’Osservatorio del Teide. Le isole Canarie, insieme al Cile e alle Hawaii sono uno dei posti migliori per l’osservazione del cielo. Puoi prenotare una visita guidata di un’ora e mezza, comprensiva di trasporto dalle principali località di Los Cristianos, Costa Adeje o Puerto de la Cruz. I giorni sono diversi a seconda della lingua scelta: inglese, spagnolo o tedesco.

Per raggiungere con i mezzi il Parco Nazionale del Teide puoi prendere l’autobus 342 che parte dalla stazione di Costa Adeje oppure il 348 da Puerto de la Cruz.

Se vuoi avere maggiori informazioni sulla funivia, il Rifugio di Altavista, l’Osservatorio e le varie escursioni visita il sito https://www.volcanoteide.com/it

Stai organizzando un viaggio nella zona sud di Tenerife e hai bisogno di consigli? Scrivimi qui sotto nei commenti!

  • Dario

    Buongiorno Luigina e complimenti per la descrizione di questa zona: informazioni essenziali e chiare, qualche foto per accendere la curiosità e (soprattutto) il tuo entusiasmo.
    Ho letto “Stai organizzando un viaggio nella zona sud di Tenerife e hai bisogno di consigli? Scrivimi…” e non ci ho pensato 2 volte!
    Ne “approfitto” dunque per chiederti qualche “dritta”: mi recherò a Tenerife a metà dicembre e le mete che suggerisci mi paiono molto interessanti.
    Volevo chiederti, tenuto conto che avrò a disposizione 6 giorni (in realtà di questi 6, 2 saranno “a metà”, consideratii arrivo e partenza) e che volevo visitare anche la parte nord un paio di consigli sulle tempistiche.

    Premessa su tutto è che anch’io sono un appassionato di trek e montagna…

    1) Interessante la combinata “Masca Trek + barca per Los Gigante”s. Dicevi che il modo migliore per ammirare Los Gigantes è fare un’escursione in barca partendo dal porticciolo: può essere sufficiente quello che si vede dal rientro dal trek o va fatta una crociera specifica secondo te? Se è sufficiente il rientro, sai dirmi se la barca al porticciolo si trova facilmente?

    2) Pico del Teide – Sai dirmi esattamente da dove sei salita per l’escursione a piedi?

    Grazie mille sin d’ora per qualsiasi informazione vorrai/saprai darmi!

    Ciao.

    Dario

    • Ciao Dario, grazie per avermi scritto e per i complimenti. Allora per quanto riguarda Los Gigantes non è necessaria una crociera specifica perchè al rientro del trekking vedi tutta la costa. Per la barca tieni conto che a Los Gigantes trovi l’agenzia di Masca Express (http://www.trekkingmasca.com) oppure quella di Flipper uno (http://www.flipperuno.com).Dai un’occhiata ai siti per avere un’idea degli orari.
      Per il Teide io ho fatto il percorso da Montana Blanca, ho prenotato l’escursione su questo sito (https://www.volcanoteide.com/it/volcano_teide/trekking/ascensione_alla_vetta_a_piedi#) che ti consente di arrivare fino alla vetta e comprende anche il permesso speciale per arrivare al cratere. In alternativa puoi fare il trekking da solo arrivando con l’autobus 342 fino alla fermata di Montana Blanca oppure contatta Enea Campedelli, una bravissima guida turistica italiana che organizza escursioni a Tenerife e in altre isole, trovi i suoi contatti sul profilo Facebook.
      Spero di averti dato qualche spunto in più. Se ti va mandami qualche foto, a me manca un po’ Tenerife e non vedo l’ora di tornarci 😉

      • Dario

        Grazie a te per la rapidità nel rispondermi e per le ulteriori informazioni! Foto? Ne avrai. 😉

        Ciao.

        Dario

        • È un piacere! Allora aspetto le foto 😉