Parco della Biodiversità di Catanzaro: un’oasi tra natura e arte

arte contemporanea nel parco della biodiversità di catanzaro

Se sei in vacanza in Calabria e fai tappa a Catanzaro non puoi rinunciare ad una visita al Parco della Biodiversità mediterranea, una delle realtà più interessanti della regione non solo dal punto di vista naturalistico ma anche artistico e culturale.

 

Il parco, inaugurato nel 2004, è un ecosistema di 60 ettari nato dalla riqualificazione urbana della vecchia Scuola Agraria. All’interno sono presenti oltre 50 mila piante tipiche della macchia mediterranea, rare specie di animali, aree giochi per bimbi, percorsi di jogging, piste ciclabili e un museo storico militare.

Ma a stuzzicare la mia curiosità è l’arte contemporanea a cielo aperto che con la mente mi riporta al Musaba di Mammola, il parco delle meraviglie creato dall’artista Nik Spatari.

Leggi anche >Musaba: un’esplosione di arte e colori <

ARTE “OPEN AIR” NEL PARCO DELLA BIODIVERSITA’ DI CATANZARO

L’oasi naturalistica a due passi dal centro storico ospita una collezione permanente di 23 opere di numerosi artisti nazionali e internazionali tra cui Daniel Buren, Mauro Staccioli, Mimmo Paladino, Antony Gormley, Jan Fabre e molti altri. 

Questo è il risultato del progetto “Intersezioni” curato da Alberto Fiz, ex direttore artistico del museo Marca di Catanzaro. Dal 2005 il Parco Archeologico Scolacium di Roccelletta di Borgia espone le mostre dei maggiori interpreti dell’arte plastica.

Quali sono le installazioni che mi sono piaciute di più? Eccole qui sotto!

Cabane Éclatée aux 4 couleurs – Daniel Buren

Il primo capolavoro che incontro subito dopo l’ingresso è la “Cabane Éclatée aux 4 couleurs” realizzata da Daniel Buren, pittore e scultore francese. 

L’artista, famoso per le stoffe da tende a righe di 8,7 cm bianche e colorate, lavora “in situ”, ossia progetta e crea le sue sculture su misura, creando una diretta interconnessione tra l’opera e il luogo in cui si trova.

opera di daniel buren all'interno del parco della biodiversità di catanzaro

Cabane Éclatée aux 4 couleurs – Daniel Buren

L’edificio di forma cubica è una casa a cielo aperto. All’esterno è rivestita da specchi che riflettono la natura circostante, facendo percepire l’opera quasi inesistente.  

I Temp(l)i  Cambiano – Michelangelo Pistoletto

Questa è una delle installazioni più curiose che ho visto finora, non tanto per la forma quanto per i materiali usati. Il maestro biellese dell’arte povera l’ha realizzata su commissione di Ecodom, un consorzio italiano che si occupa di recupero e riciclaggio di elettrodomestici.

opera di pistoletto nel parco della biodiversità di catanzaro

I temp(l)i cambiano-terzo paradiso – Michelangelo Pistoletto

La scultura rappresenta un tempio classico dove le colonne sono rappresentate da cestelli di lavatrice incastrati l’uno sull’altro e le serpentine dei frigoriferi diventano il timpano. Il disegno che ne esce fuori è il simbolo del Terzo Paradiso, testimone dell’armonia ritrovata tra consumo e riciclo.

Cast Glances – Tony Cragg

L’opera in bronzo di Tony Cragg fa parte della serie “Rational Beings”, in cui il corpo cerca di rompere le forme classiche. Ad osservarla bene sembra una sovrapposizione di due profili umani, che a tratti emergono e a tratti scompaiono.

installazione di Tony Cragg nel parco della biodiversità di Catanzaro

Cast Glances – Tony Cragg

Il senso di movimento è dato dalle ellissi disposte una sopra l’altra intorno ad un asse verticale, permettendo loro di espandersi verticalmente.

Electric Kisses – Denis Oppenheim

Queste curiose installazioni dell’artista americano sono le mie preferite in assoluto, sia per la forma che per i colori.

installazione di Oppenheim nel parco della biodiversità di Catanzaro

Electric Kisses – Denis Oppenheim

Il grande esponente della Land art ha realizzato due strutture abitabili alte 4 metri con acciaio e tubi colorati in acrilico. La loro forma evoca una pagoda sinuosa modellata in chiave contemporanea ma anche la tipica forma dei cioccolatini americani a forma di goccia. 

INFORMAZIONI PRATICHE

Il parco della Biodiversità di Catanzaro si trova in Via Vinicio Cortese 1. È aperto tutti i giorni dalle ore 7.00 alle 24.00 (orario invernale) e dalle 7.00 alle 1.30 (orario estivo). L’ingresso è gratuito.

E tu sei mai stato al Parco della Biodiversità di Catanzaro? Raccontami la tua esperienza qui sotto nei commenti!