#calabriain12scatti: il mio primo progetto fotografico

progetto fotografico calabria

Dopo questa pausa di quasi due mesi dal blog, oggi ritorno con il mio primo progetto fotografico. Se mi segui su Facebook, sai che da qualche settimana ho lanciato l’idea di un calendario tutto made in Calabria.

 

L’idea mi è balenata un paio di mesi fa, quando mi sono resa conto che avevo una miriade di foto da poter pubblicare, ma ormai l’anno era iniziato e non potevo fare altro che aspettare il 2018.

COME È NATA LA MIA PASSIONE PER LA FOTOGRAFIA

La fotografia è entrata a far parte della mia vita a settembre 2015, quando ho varcato la soglia di Cinecittà per visitare la mostra “Icons” del famoso fotografo Steve McCurry, che sicuramente conosci per il ritratto della ragazza afghana dai penetranti occhi verdi, pubblicato sulla copertina del National Geographic nel 1984.

sharbat gula di Steve McCurry

 

Quel giorno di settembre ho lasciato fuori il caos della capitale e mi sono immersa completamente tra le sue fotografie e i suoi video, perdendo il senso del tempo, che sembrava essersi fermato.

Sono uscita da lì dopo 2 ore, confusa e un po’ frastornata da quello che avevo visto e sentito.

Steve McCurry ha iniziato la sua carriera lavorando come reporter per un quotidiano locale di Philadelphia. Ha passato la sua vita viaggiando per il mondo tra Afghanistan, Iraq, Sri Lanka, India e tanti altri paesi del sud-est asiatico. È stato il testimone diretto di numerosi eventi della storia del mondo, tra cui la Guerra del Golfo in Siria e l’attacco alle Torri Gemelle a New York nel 2001.

Le sue fotografie sono delle vere e proprie opere d’arte. Lasciando perdere la tecnica, che sicuramente è importante, i suoi scatti ritraggono sguardi che raccontano esperienza di vita, occhi che mettono a nudo l’anima e che raccontano storie di culture lontane anni luce dalla nostra. 

Quell’esperienza mi ha spinto verso un’unica direzione. L’8 dicembre 2015 avevo finalmente in mano la mia prima reflex, una Nikon D3300.

Per me la fotografia è al 90% istinto. È un modo per estraniarsi da tutto quello che ti circonda e stare in un mondo tutto tuo, dove ci sei solo tu e le tue emozioni.

Non so immaginarmi modo migliore di trascorrere la vita che ci è data:viaggiare e fotografare, vedere il mondo in cui viviamo.

Steve Mccurry

IL PROGETTO FOTOGRAFICO: #CALABRIAIN12SCATTI

Il mio desiderio più grande è quello di far vedere al resto del mondo le bellezze della mia terra.

Da quando sono entrata nel mondo dei blog, ho letto i racconti di moltissimi viaggiatori. Quelli che sono arrivati in Calabria si contano sulle dita di una mano, è questa la mia amarezza più grande. Eppure ci sono paesaggi e colori che non potrai vedere da nessun’altra parte del mondo e io mi sento veramente fortunata a vivere qui.

badolato nel progetto fotografico calabria

È vero, ci sono tante cose che non vanno, sarebbe inutile far finta di niente, ma più vado avanti e più scopro realtà che mi rendono orgogliosa di essere calabrese e che non posso non raccontare su questo diario virtuale.

Tornando al progetto, le foto scattate sono centinaia e ora sono lì pronte per essere scelte e impresse nella memoria di chi vorrà contemplare i tesori della mia terra.

civita nel progetto fotografico della calabria

La parte più difficile è la selezione delle immagini. È per questo che mi piacerebbe avere una mano da te.

Sulla mia pagina Facebook ho già pubblicato una serie di post e sarai proprio tu a decidere quale foto andrà avanti nella selezione, proprio come se fosse la sfilata di Miss Italia.

catanzaro nel progetto fotografico della calabria

Alla fine ci sarà una votazione finale e le tue preferite saranno inserite in questo calendario.

Per ora non posso anticiparti nulla, ti dico solo che se parteciperai attivamente alla selezione riceverai una bella sorpresa.

Seguimi sulla mia pagina Facebook per rimanere aggiornato sul progetto fotografico con l’hashtag #calabriain12scatti.

1 commento

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *