Villa Romana di Casignana: la Piazza Armerina della Calabria

uno dei mosaici della villa romana di casignana

La villa romana di Casignana è il più grande complesso di mosaici pavimentali di epoca romana del sud Italia, dopo quelli siciliani di Piazza Armerina. La residenza, risalente al I secolo d.C. si trova in provincia di Reggio Calabria tra Locri e Bianco, famosa località dove si produce il vino più antico d’Italia.

 

La Villa romana di Casignana è uno dei siti archeologici immersi nel cuore della Magna Grecia, a due passi dal parco di Locri Epizephiri.

Ad essere sincera è un po’ riduttivo definirla “villa”, viste le sue dimensioni. Questa era una vera e propria città, estesa per circa 12 ettari, portati alla luce dagli scavi archeologici solo in minima parte.

Complesso termale

Si sviluppò tra il I e il IV secolo d.C. e sorgeva probabilmente in corrispondenza di una statio, cioè di un punto di sosta lungo la strada che collegava l’antica città di Locri Epizephiri a Reggio Calabria.

Il sito fu scoperto nel 1963, durante i lavori di costruzione dell’acquedotto, ma i primi lavori di restauro iniziarono alla fine degli anni ’90.

La residenza, oggi di proprietà comunale, è formata dall’impianto termale e dal nucleo residenziale.

COMPLESSO TERMALE

Appena entro la mia mente va oltre. Vorrei godermi un po’ di relax, staccarmi dagli impegni quotidiani per immergermi nelle nuvole di vapore del calidarium e camminare sugli splendidi mosaici che tappezzano il pavimento.

In ogni ambiente, dai bagni freddi a quelli caldi c’è un mosaico diverso, con tessere policrome che formano disegni geometrici o figure.

Uno dei più belli si trova nel frigidarium: la “Sala delle Nereidi”. Un mosaico del III secolo d.C. con grandi tessere bianche e verdi, raffigurante quattro figure mitologiche di donne con coda di pesce in groppa ad un leone, un toro, un cavallo e una tigre.

la sala delle nereidi della villa romana di casignana

I mosaici ormai sono un po’ sbiaditi, sia a causa del tempo che della risalita marina, trovandosi vicino al mare. Ma c’è un momento magico in cui questi disegni riprendono vita e rivelano la vivacità dei colori: il “bagno del mosaico”, che consiste nello spruzzare sull’opera musiva acqua distillata.

Il mio preferito, forse perché l’ho visto trasformarsi, è quello della sala a base ottagonale per i bagni freddi. Un disegno che da piatto e asettico si è trasformato piano piano in una serie di cubi geometrici tridimensionali.

Ma una delle cose più curiose di quest’area sono i bagni, meglio conosciuti come latrine, che io oggi definirei bagni social nel vero senso della parola. Tra questi ce n’è uno a 7 posti.

A quanto pare i romani non avevano il senso del pudore e amavano condividere i loro momenti più intimi in questa stanza che per loro era un luogo d’incontro per chiacchierare e fare affari.

COMPLESSO RESIDENZIALE

La zona residenziale è collegata all’impianto termale da un sottopasso pedonale. E’ formata da una serie di salotti di rappresentanza arricchiti dai bellissimi mosaici tra cui la “Sala di Bacco” che mostra il dio del vino in stato di ebbrezza, sorretto da un satiro e da altre stanze tra cui la “Sala di Venere” e la “Sala delle 4 stagioni”.

INFORMAZIONI PRATICHE

La Villa Romana di Casignana si trova in contrada Palazzi, lungo la strada statale 106 Jonica, in provincia di Reggio Calabria, a circa 15 km a sud di Locri.

E’ aperta da lunedì a venerdì dalle ore 9.00 alle 13.00 e dalle 15.00 alle 18.00. Nei giorni di sabato e domenica solo su prenotazione. L’ingresso costa solo 3 euro. Per maggiori informazioni visita la pagina Facebook.

Un grazie di cuore va all’Ing. Antonio Crinò che da 10 anni con grande passione fa conoscere questo tesoro della locride, a Giuseppe Romeo e naturalmente a Kalabria Experience Tour per aver organizzato quest’escursione.

  • Ilenia

    Che spettacolo! E pensare che neanche la conoscevo. Grazie!

    • Ciao Ilenia, grazie per essere passata da qui. Anch’io sto scoprendo ogni giorno posti che mi lasciano stupita e se dai un’occhiata al mio blog ne potrai scoprire altri 🙂