Cerchi qualche spunto per i tuoi viaggi o vuoi veramente conoscere la mia terra? Questo è l’angolino del blog sulla Calabria dove scoprirai luoghi fuori dall’ordinario raccontati attraverso gli occhi e il cuore di una donna che la vive ogni giorno e che ha scelto di scoprirla non come una turista ma come una viaggiatrice.

Quale argomento ti interessa di più?

civita pollino calabria

Quando nel 2016 sono stata per la prima volta a Civita non immaginavo che mi sarei innamorata di questo piccolo borgo della Calabria a un’ora da Cosenza. L’unico appuntamento del weekend era il canyoning tra le Gole del Raganello: avrei camminato in acqua per più di tre ore in uno degli angoli più incontaminati della mia terra, alla ricerca di quel silenzio e quella lentezza che per tanti anni mi sono mancati. Li ho ritrovati qui, in questo paese dall’anima arbëresh incastonato ai piedi del Parco Nazionale del Pollino, l’area naturalistica più grande d’Italia nonchè Geoparco Unesco.

Continua a leggere

la cascata del marmarico di bivongi

Al mio rientro da Tenerife una delle prime cose che ho scoperto è stata la cascata del Marmarico che con i suoi 114 metri di altezza è la più alta della Calabria e dell’Appenino meridionale.

Continua a leggere

lavanda in calabria

Immaginavi di trovare un campo di lavanda in Calabria? Credo proprio di no! La Provenza è di sicuro la meta più gettonata in Europa ma anche qui nel profondo sud dell’Italia abbiamo una piccola oasi viola che brulica di farfalle coloratissime. Si trova a Campotenese, una piccola località immersa tra le vette più alte del Parco Nazionale del Pollino, l’area naturalistica più grande d’Italia e Geoparco Unesco.

Continua a leggere

case kodra civita

Hai mai visto da vicino le curiose case Kodra di Civita? Io sono stata qui per la prima volta nel 2016,  giusto il tempo di provare l’ebbrezza di sentirmi minuscola di fronte a madre natura e di sorridere davanti a queste abitazioni dal volto umano. Ma quel weekend non mi è bastato, sentivo il bisogno di ritornarci e così è stato. 

Continua a leggere

grotte di zungri

C’è chi l’ha definita la piccola Matera, chi l’ha associata a Petra, il famoso sito archeologico della Giordania. Sta di fatto che le Grotte di Zungri rappresentano un villaggio rupestre unico in Calabria. 

Continua a leggere

museo liquirizia amarelli rossano

Le macchine corrono veloci sulla SS106 ionica, ma c’è un luogo dove il tempo si ferma al 1731, quando una famiglia decide di avviare un’impresa che si trasformerà nella realtà produttiva di liquirizia più famosa al mondo.

Continua a leggere

parco archeologico archeoderi bova marina

Tutte le volte che prendo la mitica littorina anni ’50 per spostarmi sulla costa ionica so che mi aspetta una destinazione speciale. Questa volta ad attendermi dopo dure ore di treno e una passeggiata di 3 km sotto il sole cocente di luglio c’era il Parco Archeologico Archeoderi di Bova Marina. Un gioiello dimenticato da tutti che sorge intorno ai resti di una sinagoga del IV sec. d.C., la seconda più importante in Occidente dopo quella di Ostia Antica.

Continua a leggere

escursioni in calabria

Dopo aver scritto un post sui sentieri di trekking, eccomi di nuovo qui per darti qualche ispirazione sulle splendide escursioni che puoi fare in Calabria quando sarà passato questo momento delicato che nessuno di noi si aspettava e immaginava.

Continua a leggere

borghi calabresi da visitare

Tra le montagne selvagge e le spiagge caraibiche affollate dai turisti, la Calabria nasconde un’anima autentica e timida, quella di cui mi sono innamorata. Quella scoperta in lungo e in largo dai viaggiatori del Gran Tour che nell’Ottocento la esplorarono a piedi. Quella che non ama parlare tanto di sé ma che va scoperta fino in fondo se vuoi comprendere veramente questa terra magica e contraddittoria allo stesso tempo. È quella dei borghi: piccole gemme lontane dal turismo di massa dove puoi vivere le giornate secondo i tuoi ritmi, connetterti con te stesso e la bellezza che ti circonda.

Continua a leggere

nido di seta san floro

La Cooperativa Nido di Seta di San Floro è stata la prima scoperta dopo il rientro da Tenerife. Un tuffo nella mia infanzia, quando da bambina una delle mie letture preferite sull’enciclopedia della nonna era proprio la storia del baco. Come poteva questo piccolo prodigio della natura creare il filo più prezioso del mondo?

Continua a leggere