Se cerchi qualche spunto per i tuoi viaggi o se vuoi veramente conoscere la mia terra, questa è la pagina che fa per te. Qui trovi i migliori articoli sulla Calabria raccontati attraverso gli occhi e il cuore di una donna che la vive ogni giorno e che ha scelto di scoprirla non come una turista ma come una viaggiatrice.

la ragazza del surf di fiumefreddo bruzio scolpita da salvatore fiume

Cosa succede quando Salvatore Fiume fa per caso una deviazione e arriva a Fiumefreddo Bruzio? Nasce un amore a prima vista che lo porta a lasciare un enorme patrimonio artistico. Te lo racconto qui!

 

Continua a leggere

mercatini di natale in calabria

Ormai dicembre è arrivato e mancano pochi giorni al Natale. Quale scusa migliore per organizzare un viaggetto vicino casa per visitare i bellissimi mercatini sparsi per la Calabria?

 

Continua a leggere

la facciata dell'ex-comac

L’Ex-Comac, ex fabbrica di legname di Soverato, diventata spazio urbano vuoto e decadente per decenni, tra luglio e agosto ha respirato un’aria nuova. Grazie all’Associazione Superbo, questa struttura a cielo aperto di circa 1500 mq si è trasformata in un polo creativo unico nel suo genere.

 

Continua a leggere

Quando ho organizzato il mio weekend a Civita non sapevo bene cosa sarei andata a vedere. Il mio unico appuntamento era il canyoning tra le Gole del Raganello. Avrei camminato in acqua per più di tre ore in uno degli angoli più incontaminati della Calabria, alla ricerca di quel silenzio e quella lentezza che per tanti anni mi sono mancati. Li ho ritrovati qui, in questo piccolo borgo dall’anima arbëreshë incastonato ai piedi del Parco Nazionale del Pollino.

Continua a leggere

ingresso del locale di hami e pimi

Civita è un piccolo scrigno che ti incanta non solo per i paesaggi mozzafiato del Parco Nazionale del Pollino ma anche per la cucina semplice legata alla tradizione albanese, fatta di prodotti genuini come formaggi, carne di capretto, pasta fatta in casa. Il tutto elaborato in ricette contadine ricche di quelle influenze balcaniche che danno a questi piatti poveri un carattere speciale.

Ecco quali sono i migliori locali dove mangiare a Civita.

Continua a leggere

il treno della sila

Sei mai stato su un trenino a vapore? Io l’ho fatto per la prima volta sul treno della Sila: un’antica locomotiva del 1926 che attraversa le montagne incontaminate del Parco Nazionale, da Moccone a San Nicola Silvana Mansio, passando per Camigliatello.

Continua a leggere

Le bellissime gole del raganello di civita

L’escursione alle Gole del Raganello è una delle esperienze che non puoi perdere se organizzi una vacanza a Civita. 

Quest’angolo incontaminato, al confine tra Calabria e Basilicata, oltre ad essere una riserva naturale protetta del Parco Nazionale del Pollino, è una delle mete più frequentate della regione per praticare canyoning, una sorta di trekking acquatico tra rocce multicolori levigate dall’acqua e dal vento.

Il percorso delle Gole del Raganello inizia a quota 750 metri, nei dintorni della sorgente Lamia, ed è lungo circa 13 km e profondo fino a 400 metri di altezza.

Il canyon attraversa i paesi di San Lorenzo Bellizzi, Cerchiara di Calabria e termina a Civita, in corrispondenza del Ponte del Diavolo, un’opera architettonica che nasconde una curiosa leggenda sulla sua costruzione.

GOLE DEL RAGANELLO: QUALE TRATTO SCEGLIERE

Le Gole del Raganello sono suddivise in tre zone, in base al livello di difficoltà: gole alte, intermedie e basse.

Le gole alte, definite Gole di Barile, partono da Contrada Maddalena di San Lorenzo Bellizzi e sono incastonate tra le timpe selvagge di San Lorenzo e di Porace-Cassano. In questo tratto, pareti di roccia alte fino a 700 metri sembrano scontrarsi l’una con l’altra. Un panorama suggestivo che unisce il verde delle foreste di faggio e quercia alla potenza dell’acqua che dà vita a salti, cascate e tunnel naturali.

Le gole intermedie, che ho fatto io, sono l’ideale per te se cerchi una scarica di adrenalina pura. Il sentiero, di circa 3-4 ore è lungo ed impegnativo vista la maggiore portata d’acqua del torrente ma anche quello più divertente per le scroscianti cascate dall’effetto idromassaggio.

L’itinerario inizia dall’Ostello della Gioventù di Civita, si prosegue lungo il sentiero degli Oleandri, costeggiando il letto del fiume e ammirando sulla destra l’imponente Timpa del Demanio.

Una volta entrata in acqua inizia il “divertimento” tra calate su corda, tuffi in vasche dall’acqua gelida ed enormi massi da superare.

gole del raganello e timpa del demanio

Le gole basse, a differenza delle altre, sono consigliate ai ragazzi più piccoli. Il percorso, di circa due ore, inizia dal Ponte del Diavolo di Civita e continua risalendo il fiume, rinfrescandosi sotto gli spruzzi della Doccia del Diavolo.

Questa è la parte più affascinante delle Gole del Raganello. Ti ritroverai in mezzo a strati di rocce alte centinaia di metri, dalle striature cangianti e fasci di luce che creano un gioco di colori sull’acqua verde smeraldo che ti ipnotizza.

canyon gole del raganello

Photo credits Raganello Canyoning Explorer

COME ORGANIZZARE L’ESCURSIONE ALLE GOLE DEL RAGANELLO

Per l’escursione alle Gole del Raganello, ti consiglio innanzitutto di non avventurarti da sola. Il percorso non è facile e devi avere un’attrezzatura di sicurezza adeguata per attraversare il canyon. Se sei freddolosa ti suggerisco anche di comprare dei calzari in neoprene da Decathlon che proteggono i piedi dalle temperature gelide del torrente.

Per esplorare le gole mi sono rivolta a Raganello Canyoning Explorer (Roberto De Marco tel. 347 1776569) che propone uscite anche in notturna. In alternativa puoi prenotare un’escursione con:

Per quanto riguarda l’attrezzatura devi portare con te scarponi da trekking o in alternativa scarpe da ginnastica, costume da bagno e un cambio completo comprensivo di scarpe. Caschetto, muta ed altri accessori di sicurezza sono forniti dall’organizzatore.

INFORMAZIONI PRATICHE SULLE GOLE DEL RAGANELLO

  • Lunghezza: circa 3 km
  • Durata stimata: 3-4 ore
  • Difficoltà: medio-alta
  • Periodo ideale: giugno-ottobre
  • Costo: 40 euro circa incluso servizio fotografico

Vuoi avere maggiori informazioni sull’escursione alle Gole del Raganello? Scrivimi qui sotto!

civita cosenza case kodra

Civita è uno dei borghi più belli che ho visto finora nella provincia di Cosenza, insieme a Fiumefreddo Bruzio. L’ho conosciuta per caso, tramite un’amica che aveva soggiornato presso il B&b di Stefania Emmanuele, “Il Comignolo di Sofia”.  Continua a leggere

nido di seta san floro

La mia prima scoperta dopo il rientro da Tenerife, è stata la Cooperativa Nido di Seta di San Floro. Un tuffo nella mia infanzia, quando da bambina una delle mie letture preferite sull’enciclopedia della nonna era proprio la storia del baco. Come poteva questo piccolo prodigio della natura creare il filo più prezioso del mondo?

Continua a leggere