cosa fare per un 2018 speciale

Lo sai benissimo, all’inizio di un nuovo anno cominci a fissare degli obiettivi che puntualmente non riesci mai a raggiungere. Andare in palestra, metterti a dieta, comprare un nuovo cellulare, sono tutte cose che ti sembra giusto fare solo perchè lo fanno tutte.

 

In realtà dietro tutti questi desideri non c’è una grande motivazione. Quello che accade di solito è che rinvii l’inizio di quel determinato progetto, solo perchè ancora mancano tantissimi mesi e continui a passare ore e ore su facebook (io per prima). Quando ti rendi conto che è arrivato dicembre e non hai centrato gli scopi stabiliti eccola lì che compare la frustrazione.

In questo post non voglio dirti come raggiungere i tuoi obiettivi, non sono una guru, anzi sono la prima che dovrebbe iniziare a fare sul serio. Voglio solo darti qualche consiglio sulla base delle mie esperienze su ciò che puoi fare per rendere il 2018 un anno speciale.

Non sono cose materiali ma semplicemente esperienze, valori e abitudini che potranno rendere migliori le tue giornate.

Allora sei pronta? Iniziamo!

1. Regalati un viaggio in solitaria

Non ha importanza se rimani in Italia o se te ne vai dall’altra parte del mondo, l’importante è partire perchè una volta tornata niente sarà come prima.

la mia felicità a tenerife

Questa è un’esperienza che ti cambierà la vita. Riuscirai a stare con te stessa, anche nel silenzio più assoluto, riflettere, fare nuove amicizie e sfidare le tue paure. La tua autostima ti ringrazierà, te lo assicuro!

Leggi anche < Viaggiare da soli: 11 motivi per partire >

Io finora l’ho fatto solo una volta. Sono stata a Tenerife per due mesi e non puoi capire con quanto entusiasmo sia tornata a casa. Me lo ricordo come fosse ieri il mio primo viaggio in aereo da sola. Mi vergogno un po’ a dirlo ma è così. Ho cominciato a viaggiare molto tardi ma di sicuro voglio recuperare ed è questo uno dei mie obiettivi del 2018.

Leggi anche: < 5 mete in Europa per viaggiare da soli >

2. Fai una dieta mediatica

Internet, tv, social, sono degli strumenti eccezionali, a patto di farne buon uso e limitare l’informazione alle cose strettamente necessarie.

Sai qual è una delle cose che rimpiango di quando sono stata alle Canarie? Che mi sono completamente disintossicata dai telegiornali.

Ogni giorno siamo bombardati da notizie negative che non hanno nessun valore reale per la nostra vita. Sono cose su cui né io né te abbiamo nessun controllo. Se poi consideri che tutta questa spazzatura televisiva è fortemente nociva per il nostro umore, allora la parola d’ordine è niente tv, leggi un libro o fai qualcosa per te stessa.

3. Liberati dalla perfezione

Anche tu sei afflitta da questa mania come me? Sappi che stiamo perdendo un sacco di tempo.

Quando lavoravo come consulente del lavoro a Roma, la titolare dello studio con cui collaboravo mi ha insegnato che i controlli erano il sistema migliore per evitare gli errori sulle buste paga. Le sarò sempre riconoscente ma alla fine c’è sempre un limite all’eccellenza.

Ecco per me abbandonare il perfezionismo è un po’ faticoso, anche se mi rendo conto che quelle ore passate ad esempio a leggere e rileggere un determinato post potrei impiegarle diversamente.

4. Elimina il superfluo

Non sono mai stata una grande accumulatrice di cose ma nell’ultimo anno ho acquistato solo quelle strettamente necessarie. E poi ogni tanto quando ne sento il bisogno faccio pulizia nell’armadio e nei cassetti per liberarmi di vestiti, scarpe e accessori che non uso più da tempo. Puoi immaginare la sensazione di leggerezza e benessere che scaturisce da questa operazione di pulizia.

Per quest’anno prova ad adottare un approccio minimalista, avrai anche meno oggetti da gestire e di cui preoccuparti. Fai entrare nella tua stanza e nella tua vita personale solo ciò che consideri essenziale, tutto il resto lascialo fuori.

 5. Insegui la felicità

Questa è sicuramente la cosa più importante che puoi fare ogni giorno: inseguire la felicità.

La felicità non sono i soldi, non è avere una macchina di lusso o avere un lavoro a tempo indeterminato. Per me essere felici significa ad esempio sorridere di più, aiutare gli altri o godere dei paesaggi che mi regala la mia Calabria.

tramonto capo vaticano

Quello che puoi fare è:

  • concentrarti sul presente e scrivere su un diario almeno 3 cose (anche piccole) di cui sei stata grata durante la giornata.

  • Alimentare l’autostima impegnandoti quotidianamente sugli obiettivi che vuoi raggiungere e portarli avanti anche se si presentano delle difficoltà lungo il percorso.

  • Scegliere di reagire in modo corretto agli eventi esterni perchè sei solo tu ad avere il timone della tua vita e nessun altro.

  • Uscire dalla zona di comfort e cominciare a vivere le esperienze che ti emozionano, mettendo da parte la paura del giudizio altrui.

Se ti posso dare un consiglio, leggi il libro di Francesco Grandis “Alla ricerca della strada giusta“. Attenzione non è una guida a come raggiungere la felicità. È semplicemente il racconto di un ingegnere elettronico che dopo aver lavorato per  tre anni in un’azienda di robotica industriale capisce che il modello sociale che ci hanno inculcato i nostri genitori basato sul ciclo laurea-lavoro-famiglia-pensione era sbagliato. Si dimette e parte per un viaggio in solitaria intorno al mondo alla ricerca della felicità.

Leggi anche: < Alla ricerca della strada giusta >

Se vuoi comprarlo o anche semplicemente leggere l’estratto gratuito in pdf di 40 pagine visita il sito di Francesco cliccando qui e poi fammi sapere cosa ne pensi.

Allora ci sono altre cose che faresti quest’anno per renderlo speciale? Rispondimi qui sotto nei commenti!