dimmi come ami

Ti preoccupi che il partner non ti ami veramente o non voglia stare con te? Ti è difficile dipendere da un’altra persona e ti innervosisci se il legame si fa più forte? Allora devi leggere assolutamente questo libro!

Ho comprato Dimmi come ami e ti dirò chi sei tantissimi anni fa, quando ancora vivevo a Roma, incuriosita più che altro dal titolo. Da quel giorno l’ho letto e riletto più volte, fino a ritrovarmi un manuale vissuto, sottolineato ed evidenziato con più colori.

Questo non è il classico libro d’amore che si trova in giro, ma una spiegazione scientifica ai comportamenti, pensieri e reazioni di un individuo all’interno di un rapporto di coppia. Un modo per comprendere già dai primi incontri se con l’altra persona parliamo la stessa lingua o se viaggiamo su due binari differenti.

È un manuale utile non solo per le single ma anche per tutte coloro che vivono una relazione da anni e vogliono migliorarla.

Dopo aver individuato con un test il tuo stile di attaccamento e quello di chi ti sta vicino, Amir Levine (psichiatra e neuroscienziato) e Rachel Heller (psicoterapeuta) studiano a fondo tre profili, analizzano il rapporto ansioso-sfuggente e danno alcuni consigli per comunicare in modo efficace con la persona a cui siamo legate.

 

LA MIA ESPERIENZA

Devo essere sincera, per me Dimmi come ami e ti dirò chi sei è stata una vera rivelazione. Ho scoperto di essere una donna sfuggente e ho capito il perchè dei miei atteggiamenti ripetuti nei confronti dei vari partner. Come leggerai nel libro, l’origine di tutto questo sta in primis nell’interazione con i genitori durante l’infanzia.   

La mia indipendenza fisica ed emotiva ha la priorità su tutto, anche se voglio bene all’altra persona. Quando avverto che il legame si trasforma in qualcosa di più profondo, mi allontano e inizio a trovare difetti. Insomma mi sento un po’ come Julia Roberts in “Se scappi ti sposo” anche se al matrimonio non ci sono mai arrivata.

I TRE STILI DI ATTACCAMENTO: SFUGGENTE, ANSIOSO E SICURO

Avere una relazione felice con il proprio partner credo sia una delle cose più difficili da raggiungere. Ci sono legami duraturi e sereni e altri invece dove dobbiamo combattere, inseguendo una persona che fa di tutto per tenerci a distanza.

Gli autori di Dimmi come ami e ti dirò chi sei hanno studiato lo stile di attaccamento, cioè il modo in cui una persona percepisce e risponde all’intimità nelle relazioni sentimentali e individuato tre profili: ansioso, sfuggente e sicuro.

L’ansioso non ha fiducia in se stesso, è sempre preoccupato per la relazione e dubita dell’amore del partner. Lo sfuggente vede nel legame di coppia una minaccia alla propria indipendenza e tende a mantenere le distanze. L’individuo sicuro invece non ha paura dell’intimità e vive il suo rapporto di coppia con tranquillità.

L’unione di persone appartenenti a stili diversi può portare a rapporti idilliaci o a cuori spezzati. Ad esempio noi donne siamo sempre attratte da uomini sfuggenti che ci tengono sulle spine e lanciano messaggi contraddittori. Tutti segnali che attivano il sistema di attaccamento e che molto spesso scambiamo per amore.

Per vivere una relazione appagante l’ideale sarebbe quello di incontrare un compagno sicuro. Una persona affidabile, che non si fa desiderare e attenta al nostro benessere emotivo. Quindi, non sentirti in colpa se senti il bisogno di avere delle attenzioni, non sei tu quella sbagliata ma chi hai al tuo fianco.

Sei curiosa di scoprire qual è il tuo profilo? Allora acquista direttamente il libro cliccando sul pulsante qui sotto!