escursioni in calabria

Dopo aver scritto un post sui sentieri di trekking, eccomi di nuovo qui per darti qualche ispirazione sulle splendide escursioni che puoi fare in Calabria quando sarà passato questo momento delicato che nessuno di noi si aspettava e immaginava.

Tieniti forte perché te ne propongo ben 12 che spaziano dalla costa ionica a quella tirrenica, per poi fare una virata verso l’entroterra.

Sei pronta a viaggiare con me? Andiamo!

ESCURSIONI DA REGGIO CALABRIA

Inizio questo lungo articolo con le escursioni che puoi fare se vivi o sei in vacanza a Reggio Calabria. La città dei Bronzi è la base perfetta per esplorare il Parco Nazionale d’Aspromonte, i borghi della provincia come Pentedattilo, Chianalea di Scilla e Roghudi Vecchio ma anche la Costa degli Dei con Tropea e Capo Vaticano. Ma ci sono due luoghi spettacolari che quasi nessuno conosce e che puoi raggiungere facilmente se ti trovi nella città dello Stretto: il Parco Archeologico dei Tauriani e Calanna.

PARCO ARCHEOLOGICO TAURIANI “ANTONIO DE SALVO” 

parco tauriani - escursioni in calabria

La prima escursione che puoi fare da Reggio Calabria è raggiungere in circa 40 minuti il Parco Archeologico Tauriani, situato nella zona in cui un tempo sorgeva l’antica città di Tauriana. Se puoi, fatti guidare da Domenico Bagalà, uno dei bravissimi volontari che si spende per far conoscere le bellezze e le curiosità della terra dove è nato. Ti racconterà la storia di un luogo magnifico, dove ti ritrovi a camminare tra decine di ulivi e i resti della strada urbana che conduceva sulla via Popilia.

In quest’area sono stati portati alla luce resti di capanne dell’Età del Bronzo, gli impianti urbani della città brettia e romana e alcune strutture sacre e private, come la Casa del Mosaico, il Santuario di Donna Canfora e l’anfiteatro che poteva ospitare fino a 3.000 spettatori. 

La sorpresa finale è stata ritrovarsi all’interno della cripta di San Fantino, il luogo di culto cristiano più antico della Calabria che un tempo ospitava le reliquie del Santo.

CALANNA

calanna-escursioni in calabria

Calanna è uno dei posti più strani che io abbia mai visto in Calabria.  Si trova a circa mezz’ora da Reggio e appena arrivi, ad accoglierti tra le curve di questo piccolo borgo di neanche mille abitanti, ci sono i tafoni, curiose formazioni di arenaria simili ai Camini delle Fate in Cappadocia.

Questo comune dell’area metropolitana ha una storia antichissima che risale all’Età del Ferro: negli anni ’50 è stata scoperta una necropoli pre-ellenica con interessanti corredi funerari, oggi custoditi presso il Museo Nazionale di Reggio Calabria.

Se vuoi approfondire puoi leggere questo post > Calanna: la magica Cappadocia calabrese

ESCURSIONI SULLA COSTA IONICA DELLA CALABRIA

Da Reggio mi sposto sulla costa ionica, battuta in lungo e in largo sempre a bordo della mitica littorina anni ’50, per raccontarti le più belle escursioni vissute in alcuni luoghi sconosciuti della Calabria, dal Parco Archeoderi di Bova Marina ai Calanchi di Palizzi fino alle Gole del San Paolo di Gerace.

PARCO ARCHEOLOGICO ARCHEODERI – BOVA MARINA

mosaico parco archeoderi bova-escursioni in calabria

Il cuore ebraico della nostra terra lo puoi toccare con mano a Bova Marina al Parco Archeologico Archeoderi. Esso sorge attorno ai resti di una sinagoga del IV sec. d.C., la seconda più importante in Occidente dopo quella di Ostia Antica. Incredibile, vero? Pensa che qui a giugno dello scorso anno due ragazzi hanno deciso di giurarsi amore eterno secondo il rito del nissuìn, la cerimonia del matrimonio ebraico.

All’interno dell’Antiquarium puoi fermarti ad osservare il bellissimo mosaico policromo dell’aula della preghiera raffigurante i più importanti simboli giudaici, dal candelabro a sette bracci al cedro fino al nodo di Salomone.

Da non perdere una visita al Santuario di Rocca del Capo con la splendida vista su una delle spiagge più belle della Calabria e al borgo di Bova con il Museo della lingua greco-calabra dedicato al glottologo tedesco Gerharh Rohlfs.

Leggi anche qui:

CALANCHI DI PALIZZI

calanchi di palizzi-escursioni in calabria

In una domenica di febbraio, baciata dal sole e da un tepore insolito di 15 gradi, ho scoperto i calanchi di Palizzi: formazioni geologiche risalenti a tre milioni e mezzo di anni fa. Un paesaggio lunare fatto di montagne color borotalco e dolci pendenze create dall’erosione delle piogge. Un luogo così unico da essere considerato un sito di interesse comunitario.

Ci sono due punti dove ti consiglio di fare una sosta. Il primo si trova a circa 2 km dalla stazione FS di Palizzi ed è indicato su Google Maps come SIC IT9350144, il secondo è situato di fronte la pineta di Spropoli.

Informazioni pratiche per la visita: Associazione Kalabria Experience

Cosa visitare nei dintorni:

GOLE DEL SAN PAOLO – GERACE

gole san paolo-escursioni in calabria

Ora ti porto nel selvaggio Aspromonte a camminare tra tartarughe di roccia, enormi ippopotami e bellissime grotte ricamate. Sei immersa in panorami sconfinati di una Calabria che scalda il cuore e illumina gli occhi. 

L’escursione alle Gole del San Paolo è stata una delle più belle che ho fatto insieme a Pietra Cappa, il Serra Dolcedorme e il Tracciolino. 

Il trekking ad anello parte dal Passo di Ropolà, situato sopra Gerace. Ci si addentra dentro una sughereta per poi raggiungere monte Cottonera da cui godrai di una splendida vista su tutta la costa ionica, il monte Tre Pizzi di Antonimina, Monte Mutolo, Gerace e lo Zomaro.

Poi si prosegue per Monte Campanaro percorrendo un sentiero che si affascia sulle Gole del San Paolo. Lungo la strada incontrerai una grande tartaruga di roccia e un ippopotamo per poi finire con le bellissime grotte modellate dalla forza di madre natura.

Informazioni pratiche per l’escursione:

Cosa visitare nei dintorni:

PARCO ARCHEOLOGICO KAULON 

escursioni in calabria-parco kaulon

Un parco non molto conosciuto è Kaulon, situato a ridosso del mare nei pressi del faro Punta Stilo di Monasterace. Qui ci sono i resti dell’antica Kaulonia, polis della Magna Grecia scoperta da Paolo Orsi e tra le prime a coniare monete in argento. Puoi visitare il museo e poi percorrere il sottopasso per arrivare all’area archeologica. È qui che potrai vedere ad agosto la Sala dei Draghi e dei Delfini, il mosaico pavimentale più grande della Magna Grecia e vivere una storia straordinaria raccontata dall’archeologo Francesco Cuteri che lo scoprì nel 2012.

Per essere aggiornata segui la pagina Facebook:

Da visitare nei dintorni:

ESCURSIONI SULLA COSTA TIRRENICA DELLA CALABRIA

VERBICARO

verbicaro-escursioni in calabria

Questo piccolo borgo, situato a circa mezz’ora da Scalea, l’ho scoperto in occasione dell’evento di Photowalking, un’associazione che organizza uscite fotografiche nel cosentino. Abbiamo girato tra i vicoli del paese con un affaccio meraviglioso sui paesaggi del Pollino e scattato tantissime foto ai ragazzi dell’Associazione teatrale Biancaluna che hanno messo in scena una passeggiata teatrale che ha raccontato piccoli pezzetti della Verbicaro di un tempo.

Grazie alla guida di Biagio del B&b Villa Pignataro e ai suoi amici ho scoperto un po’ meglio il rito tradizionale dei “Battenti”, un antico rito di flagellazione che si ripete ogni anno la notte del giovedì santo. Poi non poteva mancare un assaggio dei “peperoni cruschi” e dei “panacieddi”, fagottini di foglie di cedro con ripieno di uva zibibbo e pezzetti di buccia dell’agrume, legati con un filo di ginestra e cotti al forno, apprezzati anche dal poeta Gabriele D’Annunzio.

Piccolo consiglio: per il pranzo ti consiglio il ristorante “U Catuvu” di Giuseppe Cirelli.

Cosa visitare nei dintorni:

  • Museo Blanda – Tortora
  • Parco Archeologico Laos – Santa Maria del Cedro
  • Praia a Mare e Isola di Dino
  • San Nicola Arcella
  • Orsomarso
  • Papasidero
  • Mormanno
  • Morano Calabro
  • Altomonte
  • Diamante

DIAMANTE

murales diamante-escursioni calabria

 

Una delle località più belle della Riviera dei Cedri è Diamante, famosa per i suoi 300 murales che dagli anni ’80 hanno trasformato questo paese in un museo a cielo aperto.

L’idea è nata nel 1981 con Nani Razzetti, artista originario di Milano che propose al sindaco dell’epoca Evasio Pascale di voler rivitalizzare il centro storico con i murales.

Oggi quella tradizione, iniziata con il pittore milanese, viene portata avanti grazie al progetto OSA- Operazione Street Art, un festival di arte urbana che dal 2017 coinvolge decine di writers internazionali che raggiungono Diamante per lasciare il loro messaggio.

ZUNGRI 

grotte zungri-escursioni calabria

Scendendo sulla Costa degli Dei, dopo aver fatto un giro a Tropea, devi visitare Zungri, definita la Città di Pietra della Calabria. Un villaggio rupestre unico nella nostra regione con tantissime grotte scavate nell’arenaria e usate in epoca bizantina come silos e poi riadattate per altri usi.

Leggi anche qui> Le Grotte di Zungri: la città di Pietra della Calabria

ESCURSIONI NELL’ ENTROTERRA DELLA CALABRIA

MONTE CONSOLINO – STILO 

monte consolino-escursioni calabria

Se ti trovi nei dintorni di Monasterace puoi salire verso Stilo e raggiungere il Monte Consolino, la miniera che in passato alimentava la più importante industria siderurgica del Mezzogiorno e oggi utilizzata dagli sportivi per le arrampicate.

La salita non è impegnativa: si parte dal borgo per poi attraversare la pineta e arrivare fino in cima al Castello di epoca normanna da cui potrai godere di una panoramica su tutta la Vallata dello Stilaro con Bivongi, Pazzano e il monastero di San Giovanni Theristis dove vivono alcuni monaci ortodossi.

Non può mancare una visita di Stilo, inserito nel Club dei Borghi più Belli d’Italia, del tesoro bizantino della Cattolica e per finire della Chiesa di San Giovanni Theristis il Nuovo con la pala d’altare “Il Paradiso” di Giovan Battista Caracciolo.

Informazioni pratiche per l’escursione: Trekking Stilaro

Da visitare nei dintorni:

MUSEO DELLE REALI FERRIERE BORBONICHE

mufar-escursioni calabria

Da Stilo ci spostiamo verso Mongiana, nel Parco Regionale delle Serre, per fare una passeggiata nei bellissimi giardini di Villa Vittoria, un’area naturalistica di 400 ettari gestita dall’ex Corpo Forestale dello Stato, ora entrato a far parte dei Carabinieri.

La tappa successiva è il Mufar, il Museo delle Reali Ferriere Borboniche inaugurato nel 2013. Esso racconta la storia del più importante polo siderurgico del regno borbonico e la terza potenza industriale del ferro su scala europea. Dai suoi altiforni uscirono le rotaie della prima tratta ferroviaria Napoli-Portici.

Da visitare nei dintorni:

  • Reale Fonderia Ferdinandea
  • Musaba
  • Soriano Calabro

MEGALITI DI NARDODIPACE 

megaliti nardo di pace-escursioni in calabria

Chiudo questo lunghissimo articolo sulle escursioni in Calabria con la Stonehenge italiana: i megaliti di Nardodipace. Queste due strutture ciclopiche a due passi da Serra San Bruno sono state scoperte nel 2002 a seguito di un incendio. Dagli studi fatti si suppone che siano opera dei Pelasgi, un popolo che abitò in Calabria 5.000 anni prima di Cristo.

Ti è piaciuto questo post? Fammelo sapere qui sotto nei commenti!

Stai organizzando un viaggio in Calabria?

Dai un'occhiata alla mia guida in pdf!

Scopri di più

0 commenti

Domande? Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.