google analytics

“Non spendere soldi in attività di web marketing se non tracci le azioni degli utenti”
Questo è uno dei mantra che ripeto spesso ai miei clienti. Non ha senso investire tempo, energie e denaro sui social o altri strumenti di web marketing se non prima installi Google Analytics e analizzi come si comportano le persone sul portale della tua struttura ricettiva.

Se ad esempio quest’anno hai fatto l’ottimizzazione SEO del sito web per essere più visibile su Google, come fai a capire se questa attività ti ha portato un incremento del traffico nel 2021 rispetto al 2020? Lo puoi verificare solo con questo strumento.

Cos’è Google Analytics e a cosa serve

Google Analytics è un tool gratuito di Google che ti permette di monitorare il traffico sul sito web del tuo B&b, agriturismo o hotel e tenere sotto controllo il comportamento degli utenti.

Creare un account e aggiungere il codice di monitoraggio sul portale deve essere il primo step da seguire una volta on line. Inizi a raccogliere dati statistici sul target e puoi comprendere cosa funziona del tuo sito e cosa può essere migliorato. Infatti le informazioni che questo tool mette a disposizione sono utilissime per sapere quali ottimizzazioni fare sulle pagine per raggiungere risultati sempre migliori.

In particolare Google Analytics serve a:

  • tracciare le sorgenti di traffico. Le persone che atterrano sul tuo sito arrivano da strade diverse: da un click su un annuncio pubblicitario, da una newsletter, da Google, dai canali social etc.
  • comprendere le caratteristiche del target. Lo strumento ti dà una serie di statistiche tra cui età, sesso, paesi di provenienza, lingua, dispositivi con cui si collegano. Tutti dati che ti aiutano a delineare chi è il tuo pubblico di riferimento.
  • Analizzare lo storico. Una volta che hai creato il codice di monitoraggio e l’hai installato sul portale Google Analytics memorizza le informazioni quindi puoi fare dei report periodici per capire come sta andando la tua attività e confrontarli con un periodo precedente.
  • Capire l’esperienza utente e quindi come si comportano i visitatori sul tuo sito, quali sono le pagine per loro più interessanti, quanto tempo trascorrono su ogni pagina e quali sono i contenuti che leggono di più.

Come creare un account su Google Analytics

Per poter configurare questo strumento il primo requisito è avere un account Gmail. Vai su Google Analytics e clicca su Accedi ad Analytics. Inserisci il tuo indirizzo email e la password e sarai davanti alla pagina di registrazione dove sono illustrati i passaggi. Clicca su registrazione e procedi.  Successivamente seleziona sito web, assegna un nome al tuo account, inserisci il nome del tuo portale e l’url della homepage, facendo attenzione alla differenza tra http e https. Seleziona il settore di appartenenza, imposta il fuso orario corretto (Italia) ed infine clicca su Ricevi ID monitoraggio, composto da due lettere (UA) e una serie di cifre.

Come collegare Google Analytics al tuo sito WordPress

Il passo più importante l’hai fatto. Ora devi installare il codice di monitoraggio sul sito web. La procedura è molto semplice ma se non hai dimestichezza ti consiglio di rivolgerti al tuo webmaster di fiducia.
Per collegare Google Analytics al tuo sito WordPress hai due alternative:

Per approfondire leggi qui:

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.