aeroporto tramonto

Da tempo accarezzavo l’idea di un lungo viaggio, di sola andata. Mi serviva un modo per voltare pagina e ricominciare a scrivere la mia vita con parole diverse. Avevo bisogno di allontanarmi un po’ da casa, di trovare una mia dimensione e cercare di ricostruirmi una vita. Volevo stare in un posto di mare. Quale meta migliore di Tenerife, l’isola dell’eterna primavera?

Il primo passo, quello più difficile, è comprare i biglietti aerei, avere il coraggio di affrontare il mio primo viaggio da sola. Voglio dire di no a quella vocina che tenta di sabotarmi ogni giorno, limitandomi nei miei movimenti.

BYE BYE SOVERATO

La prima tappa è a Lamezia Terme. All’aeroporto mi accompagna la mia amica Mirella, sono un po’ tesa. Non ho paura del viaggio in aereo di per sé, ma i controlli mi mettono sempre un po’ di ansia. Allo stesso tempo sono eccitata perché sarà la mia prima avventura completamente da sola.

Ho sete di vedere nuovi luoghi, di conoscere nuove persone. Voglio tornare la persona allegra e gioiosa che sono sempre stata e che per vari motivi si è spenta lentamente.

Di questo viaggio ne ho bisogno come l’aria, ogni giorno che passa mi sento sempre più soffocare.

Allontanandomi da Soverato ammiro il mare turchese che mi lascia sempre a bocca aperta. Lo abbandono a malincuore, non so se riuscirò a trovare a Tenerife gli stessi colori e gli stessi profumi.

Arrivate in aeroporto ci dirigiamo subito verso i banchi di consegna e una volta lasciata la valigia ci avviamo ai controlli. Anche Mirella è preoccupata e non fa altro che raccomandarmi di stare attenta. Per lei sono l’amica coraggiosa, l’amica che starà lontano non si sa per quanto tempo, senza sapere quello che succederà.

Tutto ok, controlli passati senza problemi. Ora mi faccio un giretto in aeroporto. Mi soffermo a guardare le altre persone. C’è chi si fa un giro per i negozi, chi legge un libro, chi si prende un caffè come me.

Sull’aereo destinazione Milano Malpensa conosco una coppia della provincia di Torino che guarda caso viene a Tenerife il mese prossimo. Parlo con loro per quasi tutto il viaggio, gli racconto un po’ quali sono i miei desideri e le mie intenzioni. E’ strano quanto ci si possa aprire e confidare con delle persone che conosci a malapena da 10 minuti.

Una volta arrivati a Milano mi stanno vicino fino a quando non ritiriamo i bagagli. Le nostre strade si dividono lì, con la speranza di ritrovarci alle Canarie.

SOSTA ALL’ANTICA CORTE LOMBARDA DI FERNO

Il mio viaggio continua con una sosta a Ferno, una tranquilla cittadina vicino l’aeroporto di Milano Malpensa. Ho prenotato tramite Airbnb una stanza all’Antica Corte Lombarda, in un casale molto carino. L’accoglienza dei genitori di Gaia è stata fantastica. Se fai una sosta all’aeroporto milanese, facci un pensierino.

Quella sera mangio in compagnia di due ragazze che andranno in vacanza ai Caraibi. Incontri mordi e fuggi che ti danno una carica di vitalità.

IN VIAGGIO VERSO TENERIFE

Il giorno dopo mi avvio con largo anticipo verso l’aeroporto di Milano Malpensa, ne approfitto per fare qualche foto.

Questa volta sull’aereo diretto alle Canarie conosco due infermieri di Verona che staranno in vacanza a Tenerife per una settimana. Anche questa volta mi lascio andare alle confidenze.

Quattro ore di viaggio passano in fretta e mi ritrovo già a Tenerife.

“Iniziare un nuovo cammino spaventa, ma dopo ogni passo che percorriamo ci rendiamo conto di come era pericoloso rimanere fermi”.

Roberto Benigni

E tu come hai affrontato il primo viaggio da sola in aereo? Se ti va condividi la tua esperienza!

0 commenti

Domande? Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.