seo come scegliere le parole chiave

La ricerca delle keyword è uno degli step più importanti per posizionare il tuo sito web su Google. Ma come scegliere le giuste parole chiave per la SEO? Da dove partire? E soprattutto come trovarle? 

Le risposte a queste domande le troverai in questo post. Ti spiego cosa sono le parole chiave, qual è l’approccio strategico che adotto con i miei clienti per rendere il portale più visibile sui motori di ricerca e i tool che uso.

COSA SONO LE PAROLE CHIAVE

Le parole chiave, definite anche keyword, sono i termini che le persone, nelle varie vasi del customer journey, digitano sulla barra di ricerca di Google quando vogliono cercare un prodotto, un servizio o soddisfare un bisogno.

Il customer journey è il viaggio che compie il cliente dal momento in cui avverte una necessità di trovare un alloggio fino a quando troverà la soluzione e quindi prenoterà il soggiorno.

Per approfondire leggi questo post:

Mappare il customer journey: il primo step per una buona strategia SEO

TIPOLOGIE DI RICERCHE

Le ricerche compiute dal cliente sono di 3 tipi: informazionali, transazionali e navigazionali. Le prime sono effettuate nella prima fase del customer journey quando sta cercando una soluzione al problema. Ad esempio chi sta programmando una vacanza nel Pollino può cercare “cosa fare nel Pollino in una settimana” o se è un appassionato di trekking digiterà “trekking Pollino”. Come vedi le keyword sono l’espressione di un intento di ricerca informativo.

Le ricerche transazionali sono effettuate dall’utente che si trova nella seconda fase del customer journey, cioè quella in cui sta cercando un servizio per risolvere il suo bisogno e quindi compiere una transazione.

Continuando con l’esempio di prima, il cliente ora è consapevole che per fare la sua vacanza ha bisogno di una struttura dove alloggiare, quindi cerca su Google “B&b Pollino” per avere una panoramica delle strutture e considerare le varie opzioni disponibili.

Nell’ultima fase il cliente fa delle ricerche navigazionali cercando un brand che conosce già. Dopo aver visto un po’ di strutture anche su Booking, il visitatore ritorna su Google perché è orientato a prenotare presso il “B&b Cuoreverde Pollino” ma è curioso e vuole scoprire qualcosa in più sulla struttura per essere sicuro che quella è la scelta giusta. Se atterra su un sito performante e con le call to action al posto giusto prenota direttamente sul portale, altrimenti lo farà su Booking perché lo ritiene più comodo e sicuro. Se invece arriva su un sito obsoleto magari ritorna sul portale dell’OTA per trovare un’alternativa e riprendere la ricerca.

Perché secondo te ho scelto il “B&b Cuoreverde Pollino”? La risposta è ovvia: si trova sulla prima pagina di Google. Se apri una scheda in incognito e digiti “B&b Pollino” lo troverai alle ultime posizioni. Avrei potuto selezionare anche il “B&b Sole del Pollino” ma già ad occhio si riconosce che c’è poca attenzione per i potenziali ospiti e soprattutto per la comunicazione. Ipotesi che viene confermata quando clicco sul link: non è un sito web moderno e di sicuro non è attrattivo né dal punto di vista del design nè dei testi.  Se lo confronti con l’altro noterai la grande differenza.

Perchè è importante essere sulla prima pagina di Google? Perchè secondo uno studio del portale Moz il 71,33% dei click vengono attratti dai siti posizionati sulla prima pagina. La seconda e la terza raccolgono le briciole. Più click, maggiore traffico, più prenotazioni.

risultato motori di ricerca

PERCHÉ LE PAROLE CHIAVE SONO IMPORTANTI PER LA TUA STRUTTURA

Le parole chiave rappresentano il cuore dell’attività SEO. Esse ti aiutano ad intercettare i bisogni dei tuoi potenziali clienti espressi ogni giorno attraverso le ricerche che compiono su Google e a fornire loro la migliore risposta.

Se il tuo sito web è stato ottimizzato per i motori di ricerca con tante pagine quante sono necessarie per presentare i tuoi servizi  e coprire le varie fasi del customer journey riceverà tantissime visite, diversamente rimane solo un sito vetrina su cui hai investito un bel po’ di soldi ma che non ti porterà mai clienti.

DA DOVE PARTIRE: IL MIO APPROCCIO STRATEGICO

Quando realizzo un nuovo sito web in ottica SEO o devo fare l’ottimizzazione on page, le attività che porto avanti in sintesi sono:

  1. preparazione di un questionario per conoscere meglio la realtà della struttura ricettiva e i vari servizi che offre
  2. studio del profilo di ogni cliente ideale e mappatura del customer journey
  3. ricerca e misurazione delle parole chiave
  4. predisposizione file excel
  5. ottimizzazione SEO on page

COME FARE LA RICERCA DELLE PAROLE CHIAVE IN OTTICA SEO: I TOOL DA USARE

Per ricercare le parole chiave e posizionare il tuo sito web su Google ti consiglio tre programmi, sia gratuiti che a pagamento:

UBERSUGGEST

seo come scegliere le parole chiave-ubersuggest

È uno strumento SEO free che ti permette di ottenere per una specifica keyword il volume medio di ricerche effettuate dai visitatori nell’arco di un mese. Oltre a questo dato hai il costo per click che pagheresti se dovessi avviare delle campagne pubblicitarie su Google Ads (CPC), la concorrenza stimata nella ricerca a pagamento (PD) e in quella organica (SD).

Ubersuggest è utile anche per controllare il traffico che ricevi sul sito. Una volta inserito il link del portale ti restituisce una panoramica delle parole chiave che hai posizionato, quante visite ricevi in media al mese e altri dati.

Un’altra funzione che trovo interessante è l’audit SEO: hai un riepilogo dello stato di salute del sito, la velocità con cui si carica e un elenco di problemi che stanno danneggiando il posizionamento sui motori di ricerca.

Per approfondire l’argomento dell’audit SEO puoi leggere questo articolo:

Audit SEO: come fare un’analisi del tuo sito web

SEOZOOM

Questo tool a pagamento che uso per me e per i progetti dei miei clienti, è la piattaforma più usata a livello italiano per la SEO. Puoi avere una panoramica delle performance del sito, capire chi sono i tuoi competitor, migliorare il posizionamento delle tue pagine e tanto altro. Chiaramente l’attività principale rimane la ricerca delle parole chiave.

Seozoom mi piace perché oltre ad avere il volume di ricerca medio mensile e la keyword difficulty, cioè la difficoltà di posizionare quella parola chiave su Google, ti dà un altro parametro che a mio avviso è importante: la keyword opportunity, metrica che valuta l’opportunità di posizionarsi nei primi 10 risultati.

ANSWER THE PUBLIC

Answer The Public come Ubersuggest è uno strumento SEO gratuito che ti apre la mente sulle infinite possibilità di una parola chiave. Questo programma elenca attraverso delle mappe mentali tutte le informazioni collegate ai suggerimenti che dà Google quando inizi a digitare una frase. I grafici sono organizzati in domande, preposizioni, comparazioni, ordine alfabetico e correlate.

Per provarlo devi solo inserire la lingua, la parola chiave che ti interessa e poi clicchi su “get questions. 

COME SCEGLIERE LE PAROLE CHIAVE 

Questo è uno degli step più delicati per il successo dell’ottimizzazione SEO di un sito. Una volta che hai messo insieme tutte le parole chiave in un file excel, devi scegliere quelle che hanno un volume alto di ricerca e un basso livello di competitività.

Un altro consiglio che ti posso dare è quello di adottare la teoria della long tail keyword, cioè selezionare quelle parole chiave composte da almeno tre termini di ricerca, con un volume di traffico e una concorrenza molto bassi. Ad esempio chi cerca “B&b Catanzaro vicino ospedale pugliese” è un utente molto vicino alla conversione e quindi all’acquisto.

CONCLUSIONE

Bene, ora hai una visione completa di tutti gli aspetti che devi tenere conto per poter scegliere le parole chiave per il tuo progetto SEO e portare in alto il sito web. Abbiamo visto cosa sono le parole chiave, i vari tipi di ricerche e perché sono importanti per il successo della tua struttura ricettiva. Poi siamo passati alla parte pratica: ti ho raccontato in breve di come lavoro, quali tool ti consiglio di usare e come scegliere le keyword.

Se vuoi approfondire ti consiglio di leggere questi post:

Hai qualche domanda o non ti è chiaro qualche passaggio? Scrivimi qui sotto nei commenti!

0 commenti

Domande? Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.