Articoli

recupero centri storici - l'esempio del nibbio

Quando si parla di progetti di riqualificazione dei borghi la prima cosa che viene in mente è andare alla ricerca di fondi che finanzino lo sviluppo turistico e culturale di questi piccoli gioielli, lanciare campagne promozionali di case in vendita a 1 euro oppure dare altri sostegni economici, come sta facendo in questi giorni il comune abruzzese di Santo Stefano di Sessanio.

Continua a leggere

morano calabro cosa vedere

Tra me e Morano Calabro la prima volta che ci sono stata non è scattato il classico colpo di fulmine ma mi è bastato ritornarci e percorrere a bordo di un autobus la strada che collega Castrovillari al borgo per ricredermi di ciò che avevo pensato. Mi è bastato essere lì davanti a quel finestrino e fotografare quei paesaggi mai visti, gli stessi di cui si era innamorato l’incisore e grafico olandese Maurits Cornelis Escher negli anni ’30. Mi è bastato contemplare di giorno e di notte questo grande presepe medievale sospeso tra le linee sinuose del Pollino che sono sempre lì a farti compagnia.

Continua a leggere

arte contemporanea nel parco della biodiversità di catanzaro

Se sei in vacanza in Calabria e ami l’arte contemporanea non puoi rinunciare ad una visita al Parco della Biodiversità Mediterranea di Catanzaro. È una delle realtà più interessanti della regione non solo dal punto di vista naturalistico ma anche storico, 2artistico e culturale. Continua a leggere

pentedattilo borgo fantasma calabria

Quando sono stata per la prima volta a Pentedattilo mi sono trovata davanti ad uno dei borghi più impressionanti della Calabria. Un’immagine surreale che mi ha tenuta incollata al parabrezza e più mi avvicinavo, più l’impatto visivo era così forte che ho pensato a come la natura avesse creato questa meraviglia.

Continua a leggere

calabria on the road

Stai organizzando una vacanza nella mia terra? In questo post ti presento l’itinerario della Calabria on the road che ho pensato per te con tutti i posti da non perdere! Dodici giorni dal Parco Nazionale del Pollino fino alla costa Viola e alle meraviglie dello Ionio, tra siti archeologici sconosciuti e borghi custodi del greco di Calabria, passando per paesaggi lunari e parchi di arte contemporanea.

Continua a leggere

civita pollino calabria

Quando nel 2016 sono stata per la prima volta a Civita non immaginavo che mi sarei innamorata di questo piccolo borgo della Calabria a un’ora da Cosenza. L’unico appuntamento del weekend era il canyoning tra le Gole del Raganello: avrei camminato in acqua per più di tre ore in uno degli angoli più incontaminati della mia terra, alla ricerca di quel silenzio e quella lentezza che per tanti anni mi sono mancati. Li ho ritrovati qui, in questo paese dall’anima arbëresh incastonato ai piedi del Parco Nazionale del Pollino, l’area naturalistica più grande d’Italia nonchè Geoparco Unesco.

Continua a leggere

lavanda in calabria

Immaginavi di trovare un campo di lavanda in Calabria? Credo proprio di no! La Provenza è di sicuro la meta più gettonata in Europa ma anche qui nel profondo sud dell’Italia abbiamo una piccola oasi viola che brulica di farfalle coloratissime. Si trova a Campotenese, una piccola località immersa tra le vette più alte del Parco Nazionale del Pollino, l’area naturalistica più grande d’Italia e Geoparco Unesco.

Continua a leggere

case kodra civita

Hai mai visto da vicino le curiose case Kodra di Civita? Io sono stata qui per la prima volta nel 2016,  giusto il tempo di provare l’ebbrezza di sentirmi minuscola di fronte a madre natura e di sorridere davanti a queste abitazioni dal volto umano. Ma quel weekend non mi è bastato, sentivo il bisogno di ritornarci e così è stato. 

Continua a leggere

grotte di zungri

C’è chi l’ha definita la piccola Matera, chi l’ha associata a Petra, il famoso sito archeologico della Giordania. Sta di fatto che le Grotte di Zungri rappresentano un villaggio rupestre unico in Calabria. 

Continua a leggere

museo liquirizia amarelli rossano

Le macchine corrono veloci sulla SS106 ionica, ma c’è un luogo dove il tempo si ferma al 1731, quando una famiglia decide di avviare un’impresa che si trasformerà nella realtà produttiva di liquirizia più famosa al mondo.

Continua a leggere